L’ASSORTIMENTO DI CALZATURE FARINACCI

L'assortimento di calzature Farinacci da tre generazioni le calzature e gli accessori vengono selezionati per soddisfare i gusti ed i desideri del cliente più esigente. L’offerta è ampia e copre differenti necessità a seconda dell’uso e dell’occasione per la quale viene calzata una scarpa. Scarpe giornaliere Spesso il cliente che si appresta a chiedere una scarpa giornaliera ha necessità di una “scarpa per camminare”. Cosa vuol dire? Si tratta di una calzatura versatile, capace di coniugare bellezza e comodità. Deve sostenere il piede per molte ore al giorno e deve essere in grado di rispondere a diverse sollecitazioni in primis quelle esercitate dal peso del corpo sulla pianta del piede e conseguentemente sulla schiena. Camminare con una scarpa comoda oltre a donare benessere in generale, protegge da eventuali problemi articolari e muscolari che al contrario una scarpa non ergonomica potrebbero provocare.

La Scarpa Giornaliera

La scarpa giornaliera è per chi cammina molto, chi si sposta con i mezzi pubblici o chi indossa le scarpe per lavorare. In tutti questi casi, spesso viene privilegiata una scarpa con fondo in gomma, meglio ancora se il sottopiede è imbottito o dotato di sistema memory capace di adattarsi perfettamente alla camminata. La tomaia è morbida ma strutturata al tempo stesso…C’è poi chi preferisce una scarpa completamente bassa, chi con un pochino di tacco o zeppa, o chi invece, se non ha almeno quei 5 cm di altezza non riesce proprio a camminare. E così l’offerta prevede ballerine, mocassini, decollete ma soprattutto scarpe stringate, in particolare ginniche. A loro volta le scarpe giornaliere, si dividono in scarpe casual per chi predilige un look informale e per certi versi sportivo…e chi invece usa la scarpa per completare il proprio outfit formale, si pensi alle cosidette “scarpe da divisa”. Hostess, stuart, camerieri, autisti etc. sono i principali clienti di questa tipologia di calzature che vestono in modo formale e che hanno bisogno di una scarpa altrettanto tale.

Share this post

Comments (0)

No comments at this moment