Calzature Farinacci - La Storia

Il negozio di calzature Farinacci è una realtà a gestione familiare che affonda le sue radici nel 1940, quando Augusta Farinacci, dopo aver lavorato alle dipendenze di altri negozi di scarpe, decise di aprire un'attività tutta sua. E così, grazie all'aiuto del fidanzato di allora, Francesco detto "Checco”, divenuto qualche anno più tardi suo marito e padre dei suoi figli, darà vita ad un negozio destinato a diventare famoso nel quartiere Trieste e non solo. Da sempre ubicato in piazza Annibaliano, il negozio all’inizio si trovava al piano terra del civico 15, quando invece nel ’58 la palazzina venne demolita, si spostò al civico 16.

L’assortimento dell’epoca prevedeva scarpe da donnada uomo e tante scarpine da bambino. Le calzature del marchio Brunate, ad esempio, rimarranno nei ricordi di infanzia di tutti quei piccoli clienti che accompagnati dai genitori e spesso dai nonni, dagli anni 40 fino ai primi anni 90, venivano ad acquistare le classiche “scarpine con gli occhietti”.

Purtroppo nel 1946, il negozio Farinacci subì un furto: una notte dei malviventi entrarono rubando tutte le calzature presenti in magazzino, rimasero soltanto le scarpe della vetrina, ovvero tutte paia incomplete. In un attimo, tutti i sacrifici per gli investimenti fatti vennero messi a dura prova da questo evento. Ma i proprietari non si persero d’animo…l’indomani stesso, chiamarono tutti i fornitori e chiesero loro di produrre la compagna mancante gratuitamente. E così lentamente ripartirono. L’episodio segnò a tal punto la famiglia che Francesco, talmente impaurito dal ripetersi della situazione, scelse per ben dodici anni di dormire nel negozio.

La storia dell’attività Farinacci, attraversa anche gli anni della guerra, anni difficili per il negozio, ma anche per i cittadini romani che in periodo di grave crisi economica, non hanno soldi per mangiare, figuriamoci per acquistare un paio di calzature. Così per venire incontro alle esigenze di tutti e per risollevare le sorti del negozio, le calzature venivano vendute rilasciando cambiali. Un sistema rivoluzionario per l’epoca e molto apprezzato, tanto che la voce si sparse velocemente, ed i clienti venivano da tutta Roma per comprare le scarpe a rate. E così ogni 2/3 domeniche tutta la famiglia andava a riscuotere le rate anche se non sempre il saldo veniva corrisposto. Non era certo l’unico caso in cui la vita familiare si intrecciava con quella del negozio… Augusta passava le domeniche a sistemare le scarpe in vetrina, mentre i tre figli Ione, Mary e Guido, sin da piccoli davano una mano in negozio. Guido, il secondogenito, scherzando sostiene di essere nato dentro una scatola di scarpe, infatti la mamma Augusta, da grande lavoratrice, non si è mai risparmiata neppure quando era incinta e si arrampicava sulla scala per raggiungere gli scaffali più alti. A ricalcare le orme della mamma, fu proprio Guido, che dopo la laurea in economia, rinunciò ad un posto in banca per dedicarsi a tempo pieno al negozio di famiglia con passione e dedizione, e grandissimi sacrifici che proprio un’attività in proprio comporta. Attività che proprio grazie all’attenta gestione di Guido, nel ? verrà premiata come bottega storica, ovvero come una delle più longeve della capitale. Lo stesso Guido, qualche anno più tardi, riceverà il premio “Maestro dell’Economia” per l’impegno profuso nel proseguire l’attività familiare, affiancato ormai da qualche tempo dalla moglie.

Infatti nei primi anni 80, Guido conoscerà la bellissima maestra Daniela, che iniziò a dare una mano in negozio… per poi entrarci in pianta stabile nel 1998 quando lasciato definitivamente l’insegnamento, si dedicherà appieno titolo a tutto ciò che concerne l’attività commerciale. Dapprima mettendo l’estro nell’allestimento delle vetrine, poi il gusto nella scelta delle collezioni, la sensibilità nell’attenzione al cliente e il carisma nella gestione del personale. Nel corso degli anni si susseguiranno tantissimi dipendenti…ma in particolare due commesse Catia e Lena, saranno le colonne portanti del negozio…due grandissime lavoratrici che con pazienza ed impegno si adopereranno sempre al bene comune, diventando parte della famiglia. Sono questi anche gli anni dello spazio ai giovani, i tre figli di Daniela e Guido, ovvero Elisa , Francesca e Marco, durante la scuola cominceranno a dare una mano il sabato pomeriggio o la domenica. Tutti e tre, matureranno la loro esperienza fuori dal negozio… ma solo Elisa e Marco decideranno di lavorarci a tempo pieno introducendo novità importanti come lo shop online. Ad oggi siamo infatti alla terza generazione che nel proseguo dell’attività di famiglia cerca di coniugare la tradizione con le ultime tendenze moda e con l’aspetto tecnologico che impone la presenza sul web e sui social.

L’ASSORTIMENTO DI CALZATURE FARINACCI

Da tre generazioni le calzature e gli accessori vengono selezionati per soddisfare i gusti ed i desideri del cliente più esigente. L’offerta è ampia e copre differenti necessità a seconda dell’uso e dell’occasione per la quale viene calzata una scarpa. Scarpe giornaliere Spesso il cliente che si appresta a chiedere una scarpa giornaliera ha necessità di una “scarpa per camminare”. Cosa vuol dire? Si tratta di una calzatura versatile, capace di coniugare bellezza e comodità. Deve sostenere il piede per molte ore al giorno e deve essere in grado di rispondere a diverse sollecitazioni in primis quelle esercitate dal peso del corpo sulla pianta del piede e conseguentemente sulla schiena. Camminare con una scarpa comoda oltre a donare benessere in generale, protegge da eventuali problemi articolari e muscolari che al contrario una scarpa non ergonomica potrebbero provocare. La scarpa giornaliera è per chi cammina molto, chi si sposta con i mezzi pubblici o chi indossa le scarpe per lavorare. In tutti questi casi, spesso viene privilegiata una scarpa con fondo in gomma, meglio ancora se il sottopiede è imbottito o dotato di sistema memory capace di adattarsi perfettamente alla camminata. La tomaia è morbida ma strutturata al tempo stesso…C’è poi chi preferisce una scarpa completamente bassa, chi con un pochino di tacco o zeppa, o chi invece, se non ha almeno quei 5 cm di altezza non riesce proprio a camminare. E così l’offerta prevede ballerine, mocassini, decollete ma soprattutto scarpe stringate, in particolare ginniche. A loro volta le scarpe giornaliere, si dividono in scarpe casual per chi predilige un look informale e per certi versi sportivo…e chi invece usa la scarpa per completare il proprio outfit formale, si pensi alle cosidette “scarpe da divisa”. Hostess, stuart, camerieri, autisti etc. sono i principali clienti di questa tipologia di calzature che vestono in modo formale e che hanno bisogno di una scarpa altrettanto tale.

Scarpe da cerimonia

Da sempre un’attenzione particolare in negozio viene riservata alle scarpe per occasioni speciali, in particolare da cerimonia. L’offerta da donna prevede principalmente decollete o sandali in raso, pelle o nei camosci, realizzate nei colori classici oppure nei colori moda. La proposta si arricchisce della linea Melluso che consente di personalizzare il paio di calzature in base al proprio outfit. La personalizzazione include sia la scelta di colori particolari nel raso, sia su alcune strutture di modificare l’altezza del tacco. Ampio spazio anche all’argento, al platino e al rame arricchiti da cristalli e glitter. Ed ecco che anche gli accessori, come pochette e clutch, completano il look per invitati, mamme degli sposi, damigelle,diciottenni o semplicemente per chi vuole essere glamour in un’occasione speciale e non solo. L’offerta da uomo invece include derby, francesine o mocassini sia con suola in cuoio, sia con sottile suola in gomma. I pellami anche in questo caso, diventano preziosi nelle declinazioni del vitello spazzolato o abrasivato o nelle vernici a cui sono abbinabili le cinture sempre negli stessi materiali.

Scarpe da sposa

Un’attenzione particolare meritano le scarpe da sposa che possono essere realizzate dal 32 al 44. In primis l’offerta prevede la linea Thulle della Melluso, perfetta se si desidera una scarpa bella, elegante e comoda da indossare per il grande giorno da mattina a sera senza dover ricorrere al cambio scarpe. Parliamo di una linea che come per le scarpe da cerimonia, si può personalizzare nell’altezza del tacco, altezza del plateau e tipologia di bianco: bianco seta, bianco ottico o avorio. Non si sentiranno perdute però, nemmeno quelle spose che invece vorranno optare per una scarpa di un colore particolare o al contrario per una scarpa che vorranno riutilizzare anche in altre occasioni.

Scarpe predisposte

Le scarpe predisposte per il plantare sono quelle calzature dotate di una soletta interna removibile in modo che si possa sostituire con il proprio plantare. Pensate per chi ha esigenze particolari, queste calzature normalmente presentano la pianta larga e la tomaia leggermente bombata in modo da consentire l’utilizzo del plantare creato ad hoc. Melluso, Callaghan, Frau e Mephisto mobils sono alcuni dei marchi che offrono anche questa tipologia di scarpe.

NEGOZIO STORICO
70 anni di attività, la passione e la profonda conoscenza del mercato calzaturiero.
PAGAMENTI SICURI
Pagamenti sicuri Carte, Paypal, bonifico bancario o in contanti (per l'italia)
NUMERI PICCOLI E GRANDI
il negozio ha preso a cuore il problema di trovare le scarpe per i numeri piccoli e grandi
SPEDIZIONI
Spedizioni in tutto il mondo, Gratuita* con ordine monimo di €79*
MADE IN ITALY
ricerca costante di fornitori e artigiani italiani è sempre tesa a coniugare tendenze e qualità
RECESSO
14 giorni lavorativi a far data dalla data di consegna della merce

CALZATURE NUMERI PICCOLI E GRANDI

Sin dai primissimi anni di attività, il negozio ha sempre avuto a cuore il problema dei numeri piccoli e grandi sia da uomo che da donna, trasformandolo in una vera e propria specializzazione. Se inizialmente le calzature che venivano proposte alle signore con 42 e 43 erano delle scarpe maschili che però potevano essere adattate anche ai gusti più femminili, nel corso degli anni, la costante ricerca di artigiani e fornitori italiani ed internazionali, ha consentito di trovare scarpe sempre più in linea con i trend del momento. Ecco che l’offerta dal 32 al 46 da donna, si arricchisce di ballerine, decollete, francesine, mocassini, stivaletti, stivali etc declinati in diversi pellami e colorazioni. Conosciamo la frustrazione dei numeri piccoli che spesso si sono sentiti dire nei negozi che il 33 esisteva solo da bambino o la delusione di chi portando 43 vedeva propinarsi solo scarpe dal taglio maschile.
Per questo il motto del negozio è “Il Tuo Stile, qualunque sia il tuo numero” perché crediamo che la scarpa non è solo un’esigenza, ma anche un modo per esprimere la propria personalità. Non a caso infatti, diamo ampio spazio alla nostra vetrina interna per i numeri piccoli e grandi cercando di venire incontro alle esigenze di tutti magari consentendo degli ordini ad hoc, laddove la scarpa non dovesse essere più disponibile o si desideri un colore diverso da quello in esposizione.
Stesso discorso vale per le calzature da uomo, sia nei numeri piccoli dal 36 al 38, sia nei numeri grandi dal 47 al 52. Al momento l’offerta anche sui vari siti internet si è moltiplicata negli anni, ma spesso le taglie sono falsate…la nostra continua ricerca di fornitori affidabili ci consente di affermare con orgoglio che le nostre calzature sono effettivamente “grandi” e “piccole”, nel senso che il 33 lo è veramente ed il 43 da donna calza comodo, ed è un reale 43, non un 41 più abbondante.
Negli anni inoltre, abbiamo messo appunto la vendita online. Sebbene l’assortimento in negozio sia sempre più abbondante di quello online, è possibile acquistare anche dal sito www.farinacci.it sia in italia che all’estero optando per il servizio di spedizione più confacente alle proprie necessità e scegliendo la modalità di pagamento più congeniale. .